Broker online, come scegliere la giusta piattaforma di trading

Tutti i trader sanno bene quanto sia importante cercare di scegliere la giusta piattaforma di investimento per poter orientare correttamente la propria strategia. E tutti i trader sanno altresì molto bene quanto sia difficile cercare di individuare il miglior broker online per le proprie attività di investimento.

E non certamente per “incapacità” di analisi da parte del trader, quanto per il fatto che le offerte degli operatori sono sempre più ricche, complete e complesse. Ma in che modo è possibile scegliere la giusta piattaforma di trading per le proprie necessità?

Prender le giuste informazioni

Il primo punto sul quale vogliamo invitarvi a riflettere, come ci suggeriscono gli approfondimenti che abbiamo trovato su http://www.investireinborsa.me/piattaforme-di-trading/, è legato alla necessità di trovare le “giuste” informazioni online. Ma perché parliamo di “giuste”?

Con un rapido sguardo sul web, avrete sicuramente notato che i siti internet che parlano delle possibilità di negoziare strumenti finanziari in modo semplice e intuitivo sono tantissimi, e che la stragrande maggioranza di questi elenca tutti i pregi e le bontà delle offerte dei broker che vanno a “sponsorizzare”.

Ebbene, leggete con sicuro interesse quel che trovate, ma fate anche attenzione a non fidarci ciecamente di queste valutazioni: molti siti internet non sono del tutto oggettivi e indipendenti quando si tratta di elencare le caratteristiche del broker, poiché il loro interesse non è tanto quello di mostrare con trasparenza e chiarezza quali sono le specificità dell’operatore che stanno analizzando, bensì convincervi ad aprire un nuovo account presso quel determinato broker, ottenendo in cambio delle commissioni per la “presentazione” di un nuovo cliente.

Proprio per questo motivo, il nostro suggerimento iniziale nei vostri confronti non può che essere quello di consigliarvi una lettura attenta ed equilibrata di tutte le fonti informative che trovate, privilegiando i siti internet più autorevoli, quelli che vi mostreranno delle esperienze di utilizzo “dirette” e, ulteriormente, quelli che trattano punti di vantaggio e punti di svantaggio con la stessa professionalità ed equilibrio.

Aprire un conto demo

Una volta che, sulla base dello step che sopra abbiamo brevemente riassunto, avete trovato un ventaglio di 3-4 broker che ritenete possano fare al caso vostro, non vi resta che sperimentare le loro piattaforme di trading.

Per far ciò il miglior modo è sicuramente quello di aprire un conto demo di trading che possa permettervi di toccare con mano, in prima persona, quali sono le caratteristiche del software messo a disposizione dal broker, il suo livello di completezza e di intuitività.

Trattenetevi all’interno del conto demo per tutto il tempo che desiderate. Nell’ipotesi in cui abbiate esaurito il plafond patrimoniale virtuale che il broker vi mette a disposizione, è generalmente sufficiente richiedere una nuova “carica”.

Solamente una volta che avete scoperto e sperimentato ogni dettaglio sull’utilizzo della piattaforma di trading, sarete pronti per poter confermare la scelta e compiere il passaggio dal conto demo al conto reale: un passaggio fondamentale e molto importante che, tuttavia, grazie alle intuizioni di cui sopra avrete sicuramente effettuato in maniera più consapevole e meno rischiosa!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi